Oggi per la nostra rubrica dedicata a chi è parte del mondo 1VS1, abbiamo fatto una chiacchierata con il direttore tecnico di una delle nostre ultime società accreditate 1VS1, Antonio Spinelli – Lions Football Parthenope.

 Come sono stati questi primi mesi con l’1VS1?
Estremamente positivi come crescita individuale e di gruppo in quanto le GingaWall individualmente riportano totalmente il lavoro che (inconsciamente) i bambini prima eseguivano giocando a calcio su diverse superfici, sfruttando alberi piuttosto che marciapiedi ed alberi come sponde; infatti penso che grazie a questo fantastico attrezzo potremmo nuovamente attivare degli schemi motori che oggi i ragazzi, talvolta non stimolati, non utilizzano quasi mai; nel collettivo diventa quasi un compagno di squadra pronto a supportarti in qualsiasi fase e/o obiettivo della seduta di allenamento… infatti che si lavori sulla condizione, sulla trasmissione, sul calcio in porta sono superlative!

 Come è stata accolta la metodologia dai ragazzi?
I ragazzi della Lions sono entusiasti e totalmente presi dalla metodologia 1VS1, anche perché gli istruttori vengono preparati ad hoc durante l’esperienza formativa offerta dalla società 1VS1.

 Parlando di attualità, come vedi il mondo del calcio superata questa situazione?
Nel futuro spero che ognuno di noi istruttori, ma soprattutto genitori, apprezzi ogni medesimo istante passato liberamente al campo di calcio insieme ai ragazzi perché questa brutta situazione deve essere di insegnamento per tutti, per apprezzare quello che resterà per sempre un magnifico gioco… quello del calcio!

 Invece, un consiglio per tutti i ragazzi in questo periodo difficile?
In questo periodo difficile noi scuole calcio abbiamo l’obbligo di non abbandonare i nostri ragazzi; noi come società non abbiamo mollato un centimetro i nostri allievi, effettuando tre sedute di allenamento della durata di 90 minuti circa in modalità smart working… perché seppur manchi a tutti noi quel magnifico rettangolo di gioco… non dobbiamo mai smettere di regalare momenti di spensieratezza e serenità ad ogni allievo… non permettendo mai a nessuno di pensare che i sogni nascono per restare tali… un abbraccio a tutti e continuate così nel vostro meraviglioso lavoro, complimenti!”