Riprendiamo la nostra rubrica dedicata a chi è parte del mondo 1VS1, con nuove interviste ai vari istruttori 1VS1 presenti in Italia. Oggi abbiamo fatto una chiacchierata con Antonello Tavoletta.

 Cosa pensi della metodologia 1VS1? Cosa ha aggiunto al tuo bagaglio calcistico?
La metodologia è divertente, stimolante, creativa e molto interessante perché completa un percorso di allenamento creando infinite varianti e step da superare sopperendo a quelle criticità situazionali che difficilmente sono allenabili con le esercitazioni classiche. È fondamentale nel far crescere la tecnica individuale quindi arricchisce un programma creando un percorso di miglioramento individuale che migliora la squadra ed il gruppo.

 Consiglieresti l’1VS1 a un tuo collega?
Sicuramente è importante per un tecnico migliorarsi, mettersi in discussione, voler imparare continuamente.

 Come hai conosciuto il nostro mondo?
Da Facebook seguendo la pagina di mister Silvestri.

 Parlando di attualità, vista la triste situazione, come vedi il futuro del calcio?
Complicato per le modalità da seguire per preservare la salute. È uno sport di squadra fatto del vivere insieme, di far gruppo, di contatti sia umani che fisici nel gioco. Molto complicato..”